Ischia Film School

Alfabetizzazione cinematografica attraverso la visual media technology

Michelangelo Messina

Michelangelo Messina, dopo un passato nell’industria Turistica, e nella grafica pubblicitaria, appassionato di Cinema,  dal 1992 inizia a collaborare con diverse produzioni, cinematografiche e televisive che avevano scelto le isole di Ischia e Procida per le loro riprese. Partendo dal basso come Capogruppo (Crowd Marshall) arriva ad assumere il ruolo di Location Manager. Nel corso degli anni ha collaborato con grandi produzioni Internazionali e giovani filmmakers. Ha lavorato con registi quali: Anthony Minghella, Benoît Jacquot, Leonardo Pieraccioni, Carlo Vanzina, Alessandro Capone, Stefanie Appel, Gabriele Muccino.  Con il progetto "Cinema & territorio" ha ideato il neologismo "Cineturismo", grazie alle ricerche e agli studi effettuati sul fenomeno. Dal 2003 è Presidente dell'Osservatorio Permanente sul Cineturismo e relatore ai convegni internazionali sul fenomeno del Movie Induced Tourism. Regista, sceneggiatore e autore di cortometraggi e documentari ha recentemente pubblicato il libro “Da Cleopatra a L'amica geniale”.

Massimo Gaudioso

Sceneggiatore, regista e attore italiano. Dal 1983 al 1995 realizza numerosi documentari, programmi televisivi, video istituzionali, spot e sigle. Nello stesso periodo, 1986/1987, frequenta alcuni corsi e seminari di regia con Nanni Loy e Nikita Michalkov, e di sceneggiatura con Robert McKee, Linda Seger, Ugo Pirro, Leo Benvenuti.Nel 1995, insieme a Eugenio Cappuccio e Fabio Nunziata, scrive, dirige, produce e interpreta ‘’Il caricatore’’, un cortometraggio in bianco e nero in 16mm che vince numerosi premi e l'anno successivo viene sviluppato come lungometraggio, anche questo vincitore di diversi premi tra cui il Premio Holden per la sceneggiatura al Festival di Torino, il Ciak d'oro come migliore opera prima, il Premio Casa Rossa a Bellaria come miglior film indipendente italiano dell'anno, la targa d'oro Anec e il Sacher d'oro per la produzione. Nel 1999 ricompone il trio con Cappuccio e Nunziata, insieme ai quali firma sceneggiatura e regia del loro secondo lungometraggio, ‘’La vita è una sola’’.

Prof. Augusto Sainati

Nato a Pisa, ha studiato a Parigi, insegna a Napoli (Storia, teoria e analisi del film all’Università Suor Orsola Benincasa). Esperto di semiotica del cinema, critica cinematografica e estetica del cinema. Ha scritto di cinema in tante forme, per trasmissioni radiofoniche (Rai), giornali quotidiani (Il giornale d’Italia, Il Sole 24 ore), periodici, libri. Fa parte del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. I suoi ultimi libri sono Analizzare i film (2007, scritto con Massimiliano Gaudiosi) e Il cinema oltre il cinema (2011). Ha anche curato la corrispondenza tra Federico Fellini e Tullio Pinelli (2008, Ciò che abbiamo inventato è tutto autentico).

Maria Di Razza

Laureata in matematica e informatica di professione, Maria Di Razza coltiva da sempre la passione per il cinema. Nel 2007 frequenta un corso di regia presso la scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli e nello stesso anno dirige "Ipazia", un cortometraggio sulla figura dell'unica donna scienziata dell'antichità. Nel 2013 realizza il premiatissimo cortometraggio di animazione "Forbici" sul tema del femminicidio, menzione speciale ai Nastri d’Argento 2014, nell’ambito del progetto di film partecipato della marechiarofilm "Oggi insieme, domani anche" ideato da Antonietta De Lillo. Nel 2014 realizza il cortometraggio in animazione "Facing off", una ulteriore esplorazione del mondo femminile attraverso l’osservazione della trasformazione del corpo della donna. "Facing off" è finalista ai nastri d’argento 2015.Nel 2016 realizza un altro lavoro di grande successo internazionale, (In)Felix, una fantasia animata distopica sulla Terra dei fuochi dove si immagina un futuro apocalittico in cui agli abitanti dell'area di Giugliano viene interdetto il territorio, costringendoli ad emigrare in massa. Nel 2018 l'omaggio alla diva per eccellenza, adattando il romanzo "Goodbye Marilyn", edito da Becco Giallo, in un nuovo lavoro in animazione. Collabora da tempo con numerosi festival fra cui, l'Ischia Film Festival, A Corto di Donne, il Napoli Film Festival, nei quali si occupa di service, realizzazione sottotitoli, realizzazione DCP e montaggio.

Emanuele Palamara

E’ un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico napoletano. Importanti le collaborazioni con Matteo Garrone, nel suo film Reality e con Stefano Sollima nella prima stagione di Gomorra-La serie. Nel 2011 gira il suo primo cortometraggio dal titolo ‘Papà’ con Romeo Remotti e Luciano Scarpa. Il corto partecipa ad oltre settanta festival ottenendo molti premi e consensi su tutto il territorio nazionale. Nel 2015 dirige il secondo cortometraggio dal titolo ‘La Smorfia’ che dalla California alla Russia, ottiene ottimi riscontri e viene acquistato da TV come Mediaset, HBO Europe e Japan Tv. Nel 2016, Palamara dirige il suo terzo cortometraggio dal titolo ‘Uomo in mare’’ con protagonista Marco D’amore, vincendo il Premio Speciale‘’CortoD’Argento.’’Ai Nastri D’Argento 2017. Nel 2017 Alessandro Siani affida a Palamara la regia e la sceneggiatura di uno degli episodi (L’isola di Cioccolato) del film San Valentino Stories da lui ideato. Palamara è attualmente impegnato nella realizzazione di una serie western.

Antonio Cappelupo

Laureato in storia e critica del cinema presso le Università di Pisa e Roma, e giornalista pubblicista dal 2008, fin da giovanissimo inizia a collaborare per diverse testate come inviato per i principali festival cinematografici italiani. Impegnato nell’organizzazione e conduzione di eventi, ha ideato e curato la rassegna cinematografico-letteraria “Sfogliando un film: Tra parola e immagine” ed è stato membro del comitato di direzione del “Bellaria Film Festival”. E’ redattore del portale Cinemaitaliano.info, responsabile della programmazione presso lo storico Cineclub Arsenale di Pisa, assistente alla direzione del Magna Graecia Film Festival, curatore della sezione "Cinema" di Internet Festival e conduttore degli incontri per l’Ischia Film Festival.